JASMIN « Jeunesse Active pour une Société capable de promouvoir l’Employabilité et l’Inclusion »

Tipologia di progetto

Rafforzamento della sociétà civile, creazione di impiego, prevenzione e contrasto dei fenomeni di emarginazione ed estremismo
APPLICANT/CAPOFILA
Overseas Onlus
CO-APPLICANT 1/PARTNER
CEFA Onlus
CO-APPLICANT 2/PARTNER
Association de Kairouan pour l’Auto-Développement (AKAD), Associazione Emel Tounes, Association Création & Créativité pour le Développement & l’Embauche (CCDE), Tunisian Forum for Youth Empowerment, Association de Zarzis pour le Développement Durable et la Coopération Internationale (ADDCI), Associazione Antigone onlus, Associazione YA BASTA onlus, Comune di
Reggio Emilia, Università di Bologna, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (U.O.S. di Forlì), Facoltà di Scienze Umane e Sociali di Tunisi.

Obiettivo Generale
Contribuire allo sviluppo di una società aperta ed inclusiva che favorisca la crescita sostenibile, la pace e l’inclusione dei giovani attraverso il rafforzamento del capitale sociale e lo sviluppo di processi territoriali innovativi.

Obiettivo Specifico
Promuovere l’inclusione sociale dei giovani tunisini ed il loro inserimento lavorativo attraverso attività educative, lo sviluppo socio-economico, l’auto-imprenditorialità, la prevenzione dei processi di marginalizzazione e di radicalismo nei Governatorati di Bizerte, Jendouba, Manouba, Kairouan e Medenine.

Beneficiari diretti
Membri delle associazioni locali: n.300; Operatori socio educativi tra i 18 e 45 anni n. 250; Giovani per laboratori parcour e fumetti tra i 15 e i 29 anni: n.250; Giovani membri delle associazioni locali tra i 18 e i 35 anni; N. 1.000; Giovani partecipanti ai workshop motivazionali: n.750; Giovani donne per l’alfabetizzazione: n. 100; Giovani beneficiari di formazioni tecniche: n. 150; Rappresentanti
enti e istituzioni locali: n.100; 10000 beneficiari formati sulle possibilità lavorative di cui 5000 giovani.

Descrizione

L’iniziativa si concentra sul sostegno a processi di lotta alla marginalizzazione economica, sociale e culturale dei giovani e delle donne, oltre che di prevenzione e contrasto a tutte le forme di radicalismo, nei Governatorati di Jendouba, Manouba, Kairouan, Biserta e Medenine (Tunisia). Le maggiori attività sono quindi finalizzate al rafforzamento e all’accompagnamento degli attori della società civile, degli attori istituzionali e dei giovani potenziali micro imprenditori verso la creazione ed il finanziamento di progetti culturali e verso la creazione di nuove forme di impiego, con il coinvolgimento delle istituzioni locali preposte all’orientamento professionale, grazie al finanziamento di microimprese individuali e collettive. Il progetto JASMIN opera in sinergia con il progetto “CLEF: CosmétoLogie Et Femmes, émancipation et égalité de la femme rurale à travers la valorisation et la commercialisation des ressources du territoire” (cofinanziato dalla Delegazione dell’Unione Europea di Tunisi), del quale intende aumentare l’impatto e garantire maggiore durabilità. Sempre nel quadro del progetto JASMIN, sarà realizzata una ricerca accademica sulle cause e i fattori di incidenza che portano all’insorgere di ideologie radicali nei giovani tunisini residenti nelle aree di intervento e in Italia.

Finanziatore: Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Svimuppo (AICS), Regione Emilia Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena

Data inizio – data fine  25 maggio 2018 – 24 agosto 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *