VISITA DI MONITORAGGIO ALLE ATTIVITA' DI PROGETTO A KHUZA'A''

Visitapozzopalestina

Con l'avvicinarsi della conclusione del progetto emergenza su Gaza AID 10735 " Aumento della capacità di resilienza dei nuclei familiari vulnerabili della Striscia di Gaza mediante un migliorato accesso all'acqua potabile e il rafforzamento dei meccanismi di protezione e risposta ai trauma" implementato da Overseas in partnership con CISS e con il partner locale UAWCA (Union of Agricultural Working Committee Association) nelle aree di Khuza'a , Al - Shujayea e Beit Hanoun, uno dei responsabili del Programma Emergenza AICS - Ufficio di Gerusalemme, è entrato a Gaza per monitorare le attivita' di progetto a Khuza'a' lo scorso giovedi 6 luglio.

La visita di monitoraggio ha avuto lo scopo di monitorare la conclusione dei lavori del pozzo di Khuza'a e verificare il suo pieno e completo funzionamento. Il pozzo e' stato realizzato negli scorsi mesi e consegnato alla Municipalita' del luogo e avra' il prezioso scopo di garantire l'accesso alle fonti idriche per la popolazione locale, aumentando la copertura idrica del municipio fino a raggiungere una coperatura del 75% delle famiglie . Con il progetto 400 famiglie hanno avuto accesso all'acqua grazie al rafforzamento della distribuzione mediante la rete municipale: infatti l'acqua pompata dal pozzo costruito (40 m3 pompati ogni ora in condizioni di elettricita' ottimali e per almeno sei ore al giorno) arrivera' nelle case delle famiglie, diminuendo drasticamente la dipendenza di queste da sistemi di distribuzione a pagamento mediante water tanks. Anche a livello domestico le famiglie potranno beneficiare (300 famiglie delle tre localita' d'intervento) di sistemi di purificazione dell'acqua con un filtro ad osmosi inversa e di un tank di 1500 litri che servira' per a soddisfare il bisogno famigliare su base diaria.

La visita ha avuto anche lo scopo di monitorare le attivita' di supporto psico - sociale implementate da CISS nella localita' di Khuza'a presso il centro Bait Almotaqbal dove si e' tenuto un focus group con la partecipazione di una quarantina di donne beneficiarie che hanno potuto testimoniare insieme alla direttrice del Centro dell'importanza e della necessaria continuazione di queste attivita' cosi' importanti nella gestione dello stress e nella gestione del trauma a seguito dell'attacco militare Margine Protettivo da parte della potenza occupante nel luglio 2014. Le attivita' di CISS hanno beneficiato oltre 170 donne  e oltre 400 bambini con il coinvolgimento di tre CBOs locali e il Ministero della Salute per l'attivita' delle cliniche mobili.