RES.P.I.R.E "RESilence and Protection In a Refugee Environment

Titolo Progetto

RES.P.I.R.E

RESilience and Protection In a Refugee Environment

Tipologia di progetto

Progetto di Emergenza - Protezione dei rifugiati e sfollati

Sottosettore

Acqua, Ambiente, Territorio, Gestione risorse naturali, Cambiamenti climatici, Educazione, Servizi strutturati di supporto psicosociale

Capofila

Overseas – Educaid

Partner locali

PopularCommittee Services for Shu’fat Camp (PCSH) - Palestinian Child Center (CC) UNWRA, Agenzia ONU per i rifugiati palestinesi

Obiettivo

Contribuire al rafforzamento delle capacità di risposta alle crisi da parte della popolazione rifugiata palestinese a Gerusalemme Est grazie l’accesso ai servizi di base e il supporto psicosociale, mitigando gli effetti delle misure discriminatorie e violazioni nei confronti dei palestinesi da parte degli israeliani

Beneficiari diretti

5019 rifugiati del  Shu'fat Refugee Camp

Beneficiari indiretti

65000 persone

Gli abitanti totali del campo e delle zone limitrofe fino al confine con Anata che beneficeranno indirettamente del miglioramento dei servizi WASH, di accesso educativo e di supporto psicosociale promossi e dell'azione di avocacy a protezione dei residenti di Gerusalemme Est de facto annessi alla West Bank

Descrizione

Nello spirito generale di salvaguardia della dignità umana e di prevenzione e riduzione dei rischi legati alle catastrofi, di origine naturale e non in contesto d’emergenza, il progetto affronta il tema chiave della protezione delle fasce più deboli della popolazione (bambini, donne e persone con disabilità) in contesti di degrado sociale e ambientale, come quelli riscontrabili nei campi profughi e in un quadro di conflitto prolungato con una forza occupante.

L’obiettivo specifico del progetto è quello di sostenere i meccanismi di protezione e le capacità resilienti della popolazione palestinese, in particolare i minori e le loro famiglie, residenti nel campo profughi di Shu'fat

  1. Rafforzate le capacità di prevenzione e risposta alle crisi della popolazione vulnerabile del campo profughi di Shu’fat attraverso la fornitura di
  2. Servizi essenziali (riabilitazione di tratti di fognatura e recupero di acqua piovana) e di supporto psicosociale ai minori e alle famiglie rifugiate
  3. Migliorato l’accesso ai servizi educativi e sanitari per i gruppi vulnerabili delle 3 scuole primarie del campo profughi attraverso i principi dell’Universal Design
  4. Rafforzamento dei meccanismi di protezione degli abitanti di Shufat attraverso l’elaborazione di una strategia di advocacy a difesa dei diritti della popolazione di Gerusalemme Est residente al di là della Barriera di Separazione

Finanziatore  

AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo), Ufficio di Gerusalemme

Data inizio – Data fine

15/08/2016 – 15/03/2017

 

Strada dove verrà riabilitatala fogna

Strada dove verrà riabilitata la fogna

Formazione delle maestre del campo di Shu'fat

Formazione delle maestre del campo di Shu'fat

Rifacimento della pavimentazione nel campo di Shufat

Rifacimento tombini del sistema fognario nel campo di Shufat

Lavori di ristrutturazione delle tubature fognarie nel campo di Shufat

 

 

Ultime novità

wash shuafat
E' terminato il progetto RES.P.I.R.E “Resilience and Protection in a Refugee Environment” nel campo profughi di SHU’FAT in collaborazione con Educaid e i partner local Popular Committee Services for Shu’fat Camp (PCSH), Palestinian Child Center (CC) UNWRA e Agenzia ONU per i rifugiati palestinesi, finanziato dall' AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo), Ufficio di Gerusalemme che aveva come beneficiari gli abitanti del campo e delle zone limitrofe fino al confine con Anata.