READY: Resilience, Empowerment and Advocacy for a Deeper Inclusion in Shu’fat Refugee Camp (2018-2019)

warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/overs16/public_html/sites/all/modules/jquery_slideshow/jquery_slideshow.module on line 69.

Titolo Progetto

READY: Resilience, Empowerment and Advocacy for a Deeper Inclusion in Shu’fat Refugee Camp

Tipologia di progetto / settore

Educazione. Acqua, ambiente e igiene.

Protezione (rifugiati, sfollati, minoranze, migranti, altro)

 

CAPOFILA / APPLICANT

EducAid Onlus

PARTNER / CO-APPLICANT

Overseas Onlus

PARTNER LOCALI

UNRWA

Obiettivo Generale

Il progetto si propone di rafforzare i meccanismi di protezione della popolazione rifugiata di Gerusalemme Est, attraverso il miglioramento delle capacità di risposta alle crisi di minori, famiglie e altri attori (Unrwa, CBOs – Community Based Organizations) operanti nel campo profughi di Shu’fat.

Beneficiari diretti

L’intervento di Overseas sul tema Acqua, ambiente, territorio, gestione risorse naturali, cambiamenti climatici coinvolge:

- 110 famiglie dei quartieri di Khalafe e Tawale per un totale di 660 individui beneficiano della riqualificazione dei sistemi di drenaggio delle acque meteoriche, acque di scarico e della rete di fornitura dell’acqua potabile;

- 252 studenti e 34 docenti della UNRWA Boys School del campo beneficiano di un miglioramento delle condizioni igienico sanitarie e di una maggiore disponibilità di acqua pro capite per i bagni scolastici mediante la riqualificazione e manutenzione di dodici cubicoli e otto lavamano;

- 525 studenti e studentesse delle 3 scuole UNRWA del campo, 15 docenti e 3 direttori scolastici beneficiano di formazioni e iniziative di sensibilizzazione per la promozione di pratiche di igiene personale e stili di vita salutari.

L’intervento sulla componente educativa condotto da EducAid coinvolge:

- 35 insegnati, 2 counsellor scolastiche e 7 educatrici del Child Center che, attraverso le attività di progetto, rafforzano e proprie competenze educative, pedagogiche e di supporto psico-sociale;

- 357 minori che beneficiano delle attività educative scolastiche ed extra scolastiche e migliorano la propria condizione psicosociale;

- almeno 30 caregivers (principalmente madri) che beneficiano di attività di supporto psicosociale e community engagement, avranno la possibilità di usufruire di uno spazio dove poter esprimersi e confrontarsi, riducendo la propria condizione di stress psicosociale, spesso derivata da ruoli socialmente imposti dalla comunità.

Inoltre, quattro CBOs attive nel campo beneficiano di attività di capacity building per il rafforzamento delle loro competenze in materia di advocacy.

 

Descrizione e attività previste

L'approccio generale del progetto si sviluppa secondo due principali componenti: una educativa e di advocacy (EducAid) e una ambientale/sanitaria (Overseas).

 

- La componente Overseas si concentra sulla fornitura di servizi WASH e il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie nel campo, attraverso tre interventi principali:

a. la progettazione e l’esecuzione di lavori strutturali per la riduzione del rischio sanitario legato alla promiscuità e obsolescenza dei sistemi di drenaggio delle acque reflue e meteoriche nella parte sudorientale del campo di Shu’fat: nella strada oggetto dell’intervento, i reflui fognari e di acqua meteorica vengono drenati in un’unica canalizzazione superficiale e aperta, che spesso esonda nelle strade circostanti. In parallelo l’obsoleta rete di distribuzione dell’acqua potabile presenta falle e promiscuità con la canalizzazione appena menzionata, e questo chiaramente crea un alto rischio di contaminazione da coliformi dell’acqua potabile. Si realizza pertanto un intervento integrato attraverso: la sistemazione coordinata delle tre reti per evitare esondazioni e contaminazione; la sostituzione della rete fognaria, l’ammodernamento e la pulizia delle canaline di drenaggio; l’allacciamento e il ripristino delle connessioni di acqua potabile delle abitazioni delle famiglie coinvolte.

b. la riqualificazione e manutenzione dei servizi igienici all’interno della Boys School UNRWA (attraverso lavori idraulici e di sostituzione delle tubazioni di scarico delle acque reflue dei bagni, rifacimento delle piastrelle, sostituzione dei sanitari e delle porte di accesso, lavori di pittura, ecc.). La riqualificazione considera anche le necessità specifiche delle persone con disabilità, in quanto le installazioni sanitarie del piano terra non hanno accessibilità per studenti e/o insegnanti con disabilità motoria.

c. per mitigare gli effetti dell’ambiente degradato e malsano come è quello del campo di Shu’fat, sono previste tre campagne di sensibilizzazione e prevenzione del rischio sanitario destinate alle classi e agli insegnati delle tre scuole UNRWA. I contenuti riguardano buone pratiche in termini di igiene personale, igiene in ambiente scolastico e domestico, prevenzione di malattie e vettori. A causa dell’incidenza e/o della presenza di alcuni casi di matrimonio in età precoce, si affronteranno con le classi alcuni temi riguardanti anche la salute sessuale e riproduttiva.

 

Le attività realizzate da Overseas si pongono in continuità con l’esperienza positiva svolta con il progetto “RES.P.I.R.E: Resilience and Protection In a Refugee Environment” AID 10736.

 

- La componente di Educaid propone servizi di supporto psico-sociale al fine di aumentare il benessere di bambine/i e caregivers, sviluppando strumenti e metodologie utili a identificarne i bisogni e i meccanismi di risposta (es. sviluppo di un Child Monitoring Observation Form, realizzazione di uno studio pilota sull’Index for Inclusion and Empowerment nelle scuole, ecc.). Il progetto prevede numerosi interventi di formazione e coaching per lo staff docente Unrwa e del Child Center, orientati all’uso efficace delle multipurpose rooms, all’attenzione verso il gender mainstreaming e alla realizzazione di attività extra-scolastiche e summer camps. Le attività saranno svolte secondi i principi del Diamond Kite Project, cercando di favorire l’espressione delle competenze dei minori e il rafforzamento delle life skills.

 

Finanziatore

Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

AID 11264 - Iniziativa di emergenza con approccio di protezione in supporto della popolazione rifugiata e maggiormente vulnerabile residente nella Striscia di Gaza, nell'Area C della Cisgiordania e a Gerusalemme Est.