Conferenze Finali a Nurshams e Gaza

Nursham

 Tra fine Aprile e inizio Maggio 2018 si sono svolte le due conferenze finali dei progetti, entrambi finanziati dal programma Emergenza AID 10910 dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, che coinvolgono Overseas in Palestina, in occasione della presenza dei consulenti dell’Università di Bologna e Horticity, Nicola Michelon e Giovanni Bazzocchi.

Il primo evento si è svolto domenica 29 Aprile al Campo Profughi di Nurshams nell’ambito del progetto “Supporto allo sviluppo di un innovativo sistema integrato di gestione dei rifiuti e di sensibilizzazione comunitaria per i rifugiati del campo di Nurshams (AID10910/CESVI/UNRWA/10)implementato da Cesvi e Overseas. Davanti all’uditorio, composto dagli stakeholder coinvolti dal progetto (membri del Community Based Organizations del campo, dirigenti e insegnanti delle scuole UNRWA beneficiarie dei training e delle attività di progetto, rappresentanti di UNRWA, della An-Najah National University di Nablus, dei comitati locali del UAWC), Chiara (PM Overseas) ha introdotto il progetto. A seguire, i consulenti Giovanni Bazzocchi e Nicola Michelon, coadiuvati dall’esperto locale RajiNajami, hanno descritto i Sistemi Semplificati di Orticoltura Fuori Suolo proposti ai beneficiari e realizzati nel campo e fornito un inquadramento generale sulla sicurezza alimentare in Palestina, nel quale si inscrivono gli interventi realizzati. Particolare accento è stato posto sulle lezioni apprese durante la costruzione dei sistemi a Nurshams e da esperienze precedenti, così come sui vantaggi strategici di questo tipo di tecniche colturali in contesti critici e fragili.

Giovedì 3 Maggio invece si è svolta, al Campo Profughi di Rafah – Gaza, la giornata finale con la conferenza conclusiva del progetto SOCIAL WATER: miglioramento dell'accesso all'acqua e dei servizi di supporto psico-sociale per minori e famiglie vulnerabili del campo rifugiati di Rafah - Striscia di Gaza (codice progetto:AID10910/OVERSEAS/SDG/12) implementato da Overseas e Vento di Terra in partnership con UAWC, Canaan e UNRWA.

Nell’ambito della giornata, sono stati visitati gli orti realizzati presso la Scuola UNRWA Prep Boys F e presso il Women Center (UPWC). La conferenza finale dal titolo “Building new resilience perspective in Gaza Strip: howaffordable and replicable technologies and services for a better psycho-social support could improve lives”ha avuto lo scopo di presentare i risultati raggiunti dal progetto, oltre ad essere un momento di festa e scambio reciproco nonchèdi riflessione per sviluppi futuri.

La componente WASH del progetto (costruzione di 4sistemi di captazione delle acque piovane, di 16 orti didattici urbani presso le scuole UNRWA e di 41 orti familiari presso le case delle donne beneficiarie) è stata presentata da Giulia (PM Overseas) e dal coordinatore locale e ingegnere del UAWC  Ghassan  Abu  Saada.  Durante la conferenza sono anche stati presentati dagli esperti di Horticity dell'Università di Bologna, in particolare Nicola Michelon, i vantaggi e i benefici dell'agricoltura urbana, così come la sostenibilità e replicabilità degli orti idroponici installati.

I risultati delle attività di supporto psico-sociale curate da Vento di Terra e Canaan sono state presentate mediante una mostra fotografica e l’esposizione dei materiali prodotti dai ragazzi durante i training a loro rivolti, mentre gli studenti della Scuola UNRWA Prep Boys F si sono esibiti in uno spettacolo in lingua dei segni. 

 La partecipazione alla conferenza è stata cospicua con oltre un 150 persone: oltre al UAWC, le beneficiarie del WomenCentre (UPWC) di Rafah, gli insegnanti delle scuole UNRWA, direttori scolastici e i membri degli Environmental club coinvolti nelle attività di sensibilizzazione e awareness.

Immagini: