CONCORSO A FUMETTI "NELLE STRADE DI SHUFAT"

nelcampoprofughi

Open Call - "Nelle strade di Shu'fat"

Tre storie per raccontare la vita nel campo profughi di Shu'fat, che formalmente fa parte di Gerusalemme ma che si trova proprio al di là del muro che separa Israele e Palestina. Tra checkpoint militari e mancanza di servizi, il lavoro di ong come Overseas ed Educaid prova a migliorare le condizioni di vita degli abitanti

Sul sito di Graphic News i finalisti del concorso a fumetti.

-------------

Open call – Nelle strade di Shu’fat
Il campo profughi di Shu’fat. Sorto nel 1951 e abitato da 25 mila persone, si trova proprio al di là del muro che divide Israele e Palestina, anche se tecnicamente rientra nel territorio di Gerusalemme. Negli anni, il sovraffollamento e lo sviluppo senza controllo del campo hanno reso molto difficili le condizioni di vita degli abitanti. Tra i problemi più urgenti ci sono la gestione dei rifiuti, il sistema idrico inesistente (per cui le strade del campo si allagano ad ogni pioggia), oltre alla violenza diffusa. In questo contesto, Overseas è intervenuta con due progetti: il primo ha l’obiettivo di migliorare le condizioni ambientali e igieniche del campo, il secondo mira a contribuire al rafforzamento delle capacità di risposta alle crisi da parte della popolazione rifugiata palestinese, grazie all’accesso ai servizi di base e al supporto psicosociale.

Overseas ha realizzato poi una serie di interviste ad abitanti del campo e una ricerca sulle condizioni di vita a Shu’fat. Come Graphic News siamo stati contattati con l’idea di raccontare attraverso il fumetto l’attività svolta a Shu’fat, e da qui è nata l’idea di un’open call.

Sul sito di Graphic News troverete tutte indicazioni in merito alla partecipazione al concorso.