Agricoltura biologica nel Distretto di Ampara (Pottuvil)

Il “Progetto Sostegno ai piccoli produttori di spezie biologiche ed equosolidali del Distretto di Kandy “ è realizzato in consorzio con ICEI e finanziato dalla campagna Stop the World Poverty promossa da COOP Italia.
L'iniziativa è rivolta alle categorie più povere e marginalizzate del Distretto di Kandy e si basa su una strategia di sviluppo sostenibile a lungo termine che punta sul settore chiave dell’economia del Paese, - l’agricoltura - e sulle produzioni di qualità in particolare, e affronta oltre agli effetti congiunturali seguiti al disastro naturale dello tsunami del dicembre 2004, le cause strutturali del sottosviluppo del sistema socio-economico srilankese.
La povertà in Sri Lanka, particolarmente nelle aree rurali permane a livelli significativi (tra il 25% e il 35% della popolazione vive al di sotto della linea di povertà, con picchi oltre il 70% in alcune aree specifiche) rispetto agli standard definiti dagli indicatori socio-economici per i Paesi del Sud-Est Asiatico.
I principali problemi, cui  si intende affrontare con la presente proposta, sono:

  • la sicurezza alimentare: nelle aree rurali permane il problema di garantire una dieta quanti/qualitativamente adeguata e costante.
  • la scarsa produttività e diversificazione delle produzioni agricole, e quindi la necessità di introdurre alternative produttive eco-sostenibili, che generino nuove opportunità di lavoro, favoriscano l’impiego giovanile, rafforzino le cooperative e le organizzazioni di produttori;
  • la sostenibilità ambientale: deforestazione, erosione dei suoli, urbanizzazione incontrollata, riduzione della biodiversità, degradazione delle coste, inquinamento, inadeguato sistema di gestione dei rifiuti e delle acque.
  • il conflitto inter-etnico:  la persistenza del conflitto tra governo e tamil, combinato agli strutturali problemi politici e sociali, limita la crescita economica e contiene il livello delle condizioni di vita della popolazione al di sotto della media regionale.
  • l'emigrazione: il conflitto, i problemi legati al rispetto dei diritti umani, la crisi economica legata ad alcuni settori produttivi, povertà, hanno reso lo Sri Lanka uno dei principali paesi di origine di migranti e richiedenti asilo.

La strategia dell’azione ha seguito tre linee d’azione:
1. sviluppo delle coltivazioni biologiche di prodotti per autoconsumo e di prodotti destinati alla commercializzazione  
2. capacity building delle cooperative e scambi internazionali  
3. organizzazione e sviluppo della commercializzazione dei prodotti a livello locale, nazionale e internazionale.
 Secondo un approccio di filiera saranno supportati i piccoli produttori di agricoltura basata su tecniche biologiche nell’area di intervento al fine di migliorare la sicurezza alimentare (orticoltura domestica) e di contribuire alla crescita del reddito attraverso l’introduzione/estensione della coltivazione di prodotti ad alto valore aggiunto indirizzati alla vendita prevalentemente sui mercati internazionali (in particolare spezie quali pepe nero e bianco, cannella, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero, sesamo, curry, curcuma, cumino, cardamomo, senape, coriandolo).
Le organizzazioni di produttori saranno formate sui vari aspetti della commercializzazione (qualità del prodotto, disciplinari di produzione, gestione degli stock, gestione amministrativa, logistica, costruzione del prezzo, packaging, promozione, ecc.) sarà organizzato e promosso un sistema di gestione e accesso al mercato, a livello locale, nazionale e internazionale.
Per la commercializzazione a livello internazionale si punterà esclusivamente su prodotti ad alto valore aggiunto (spezie),  promuovendo il collegamento al circuito italiano del fair trade, con il supporto diretto di COOP (cui è proposto un ruolo di accompagnamento e valutazione degli standard produttivi e rispetto dei disciplinari fair trade per l’inserimento dei prodotti nella linea Solidal), e ad altri mercati internazionali, attraverso il canale di IFOAM (International Federation of Organic Agriculture Movements) cui sia ICEI sia Gami Seva Sevana sono associati.

Ultime novità

LOGOINAUGURAZIONE.jpg
mercoledì 21 giugno si svolgerà in Sri Lanka, alla presenza dell'ambasciatore italiano, la cerimonia di inaugurazione dell'impianto di trasformazione delle spezie.   MOVE OUR WORLD - ECOWAVE SRILANKA Every day you make decisions that affect the world